Alice nella città attraversa lo specchio e si sdoppia al Pigneto

13 opere nel Concorso Young Adult, 3 Fuori Concorso, 4 eventi speciali e 16 opere prime che si contenderanno il premio la Camera d’Oro TaoDUE assegnato da una giuria presieduta dall’attore Michele Riondino: con questi numeri si presenta la nuova edizione di ALICE NELLA CITTà, la rassegna autonoma e parallela alla Festa del Cinema di Roma.

Tanto da scoprire nel ricco programma realizzato per le giovani generazioni, la novità assoluta è la nuova sezione ALICE/PANORAMA, realizzata insieme all’associazione KINO, dedicata ad un pubblico più adulto, che sarà ospitata all’interno delle sale del Nuovo Cinema Aquila e del Cinema Avorio,  storica sala cinematografica chiusa nel 2009 e che riaprirà le sue porte al pubblico delle famiglie romane. All’interno del quartiere Pigneto verrà creato un vero e proprio distretto del cinema, un punto di riferimento sia per ricevere informazioni sulle proiezioni che sugli incontri organizzati dai partner di Alice nella città, così da rendere il cinema sempre più accessibile al pubblico.

Pienamente soddisfatta, è l’assessore alla Cultura e allo Sport, Giovanna Marinelli<Abbiamo cercato sin dall’inizio di creare un filo conduttore, un rapporto concreto con la città di Roma, non solo col centro ma anche vivendo le cosiddette periferie. L’entusiasmo dimostrato in questi tredici anni dai curatori di Alice nella città (Fabia Bettini e Gianluca Giannelli) è travolgente, e sono contenta che non l’abbiano mai perso, con loro attraversiamo la città e continuiamo il lavoro di cucitura tra i municipi.>

pan1Alla sua XIII edizione Alice nella città intraprende un nuovo percorso rappresentato da una selezione “fuori scala”, composta da storie di ragazzi che cercano nuovi argomenti per descriversi, anche attraverso i nuovi mezzi di comunicazione.

E il primo cambiamento è visibile nella sigla, realizzata da Fabio Mollo- regista che ha esordito nel 2013 all’interno di questa rassegna- che trasforma in immagini l’idea di Youth is Timeless”: in pochi secondi realizza un viaggio composto da filmati amatoriali che descrivono l’entusiasmo dei ragazzi dagli anni Venti ad oggi.

Tante le anteprime che verranno presentate: gli attesissimi “Le petit prince” di Mark Osborne, adattamento cinematografico dalle parole di Antoine de Saint-Exupéry; “Pan 3D- Viaggio sull’isola che non c’è” di Joe Wright, un prequel delle avventure del giovane Peter Pan; il seguito del francese “Belle e Sebastian”, accolto con entusiasmo durante la scorsa edizione e campione di incassi 2014 e, per i giovani fan delle web star italiane FAvij e Zoda verrà presentato “Game Therapy”.

Belle & Sebastien

Non verranno tralasciate le tematiche sociali legate al mondo infantile, grazie alle collaborazioni con partner come Emergency e Unicef.

Emergency, lo scorso anno aveva realizzato la sigla della rassegna, mentre quest’anno è presente con l’anteprima del film “Alias Maria” di José Luis Rugeles, che racconta la tragica avventura di una bambina soldato all’interno della giungla colombiana, da cui cercherà di fuggire dal violento destino di guerra che l’aspetterebbe e cercare speranza in una nuova vita.

A seguire della proiezioni vi sarà un dibattito sulle tematiche della guerra e sul viaggio dell’altra guerra che spesso i migranti si trovano ad affrontare in Europa con Andrea Bellardinelli (Emergency Italia), Danilo Chirico (associazione Da Sud) e i registi Jonas Carpignano e Andrea Segre.

Unicef Italia sarà presente sostenendo e promuovendo il film animato “Iqbal: bambini senza paura”, una coproduzione italofrancese, ispirato alla storia di Iqbal Masih, il bambino pakistano ucciso nel 1995 per aver denunciato i suoi sfruttatori dopo anni di schiavitù nella manifattura di tappeti.

La rassegna si concluderà il 24 ottobre con la proiezione speciale della versione restaurata in digitale 2k di “Alice nella città” di Wim Wenders, opera del 1974 da cui il festival prende il nome.

Per ulteriori info: www.alicenellacitta.com

 

Maria Teresa Ruggiero

Elio Tomassetti

Author: Elio Tomassetti

Direttore della testata e giornalista dal 2010, dopo la laurea in Giurisprudenza mi sono sempre occupato di comunicazione soprattutto nei settori socio-culturali. Contatto: eliotomassetti1988@gmail.com

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *