Righetto: a breve il film!

Il film

L’Associazione “Gli Amici di Righetto” comunica che è in corso la realizzazione del film “Righetto”, produzione internazionale Alimatika, sceneggiatura e regia di Mattia Sbragia, soggetto-trattamento di Roberto Bruni: “Righetto, la cagnolina Sgrullarella e li regazzini der 1849”.

L’associazione è presieduta da Roberto Bruni e da sempre è attiva nella diffusione dei fatti che hanno segnato la storia d’Italia in occasione dei moti del 1849.

Ma chi è Righetto?

Sulla cima del Gianicolo tra le statue di Anita e di Giuseppe Garibaldi, si può vedere una statua di bronzo che rappresenta Righetto e nella cui iscrizione si legge

“A Righetto giovane trasteverino simbolo dei
ragazzi caduti in difesa della gloriosa
Repubblica Romana del 1849”

Righetto era un giovane abitante di Trastevere di dodici anni, di lui non si conosce il cognome perché come molti altri bambini dell’epoca viveva in strada (forse orfano) era vivace e di buona volontà infatti si guadagnava da vivere effettuando consegne per conto di un fornaio di Trastevere, che gli dava in cambio ciò che gli bastava per sfamarsi; la sua compagna inseparabile era una cagnetta che aveva chiamato Sgrullarella.
Arrivarono i giorni dell’assedio delle truppe francesi guidate da Oudinot a Roma. I cannoni battevano in breccia le mura gianicolensi e le bombe cadevano nel cuore di Roma.
Le bombe venivano lanciate dai cannoni ed avevano un miccia abbastanza lunga da farle scoppiare qualche secondo dopo arrivate a terra; ben presto i difensori della Repubblica scoprirono che potevano quindi “disinnescare”.

Il più coraggioso e veloce nella cattura delle bombe era Righetto che aveva organizzato un gruppo di coetanei per la raccolta; il 29 giugno Righetto si trovava con Sgrullarella alla Renella, la riva del Tevere all’altezza di Ponte Sisto quando arrivò una bomba su cui cercò di buttare subito lo straccio per spegnere la miccia ma questa era troppo corta e la bomba gli scoppiò tra le mani. Sgrullarella morì sul colpo, Righetto dilaniato fu curato per quanto possibile ed accolto in casa di una anziana signora ma le sue condizioni erano critiche e morì pochi giorno dopo.

La fama di Righetto si era diffusa tra tutta la popolazione e divenne presto simbolo della lotta contro l’oppressore. Ma la Repubblica Romana fu cancellata dalle truppe francesi che ripresero Roma il 3 luglio del 1849.

Fonte foto: Wikipedia

Author: Redazione Nèa Polis

Potete contattarci alla mail redazione@neapolisroma.it

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *