Articoli

Bando Fermenti: nasce il primo social italiano sul turismo esperienziale

Posted by on 18:12 in All, Arte, Cultura, Evidenza, Focus, Roma Nascosta | 0 comments

Bando Fermenti: nasce il primo social italiano sul turismo esperienziale

Bando Fermenti, nasce il primo social italiano sul turismo esperienziale con il progetto “Italia Nascosta: smart tourism”   Il bando Fermenti è stato progettato dal Dipartimento Politiche giovanili della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con il laboratorio della “Apple” dell’Università Federico II di Napoli, per selezionare le migliori idee progettuali (start up) che potessero contribuire a trasformare in positivo il nostro paese. L’associazione neaPOLIS/Roma Nascosta è risulta vincitrice di questo importante bando con il progetto “ITALIA NASCOSTA: SMART TOURISM” con il quale intende creare e sviluppare una piattaforma digitale denominata “youCicero”, dedicata al turismo esperienziale. L’idea di partenza è semplice: chiunque può diventare “cicerone” del paese/quartiere che abita perché è l’unico a conoscerne i suoi segreti. Ci si potrà iscrivere come guida o accompagnatore per far scoprire luoghi insoliti, oppure come “cicerone social” per condividere esperienze ed incontrare altri locals (andando ad esempio a vedere una partita di calcio allo stadio o a mangiare una pizza a Trastevere) o per stare in compagnia in una città che non si conosce. Ogni utente sarà libero di proporre esperienze originali che rispecchiano il proprio vissuto umano e professionale, entrando così in contatto con altri utenti che hanno interessi simili. I futuri “ciceroni” avranno anche l’opportunità di guadagnare dalle attività esperienziali che proporranno, decidendo liberamente se organizzarle gratuitamente e/o a pagamento. Per gli utenti più originali, ITALIA NASCOSTA: SMART TOURISM realizzerà gratuitamente un video di presentazione per raccontare al meglio le attività esperienziali proposte. Il progetto si concentrerà inizialmente nella Capitale e nelle provincie della Regione Lazio per creare una piattaforma che diventi punto di partenza e di riferimento per chiunque voglia entrare in contatto con i suoi abitanti. Al progetto hanno aderito importanti partners come l’Ente Nazionale del Turismo Italiano (ENIT), l’Associazione Nazionale Proloco italiane, La Lega delle Autonomie (ALI). La Piattaforma consentirà agli utenti di offrire anche “esperienze solo online”. Siamo convinti che quando l’emergenza sanitaria terminerà la voglia di viaggiare ed incontrarsi sarà tantissima: noi ci stiamo preparando per questo momento. Tra pochi giorni potrai cominciare a seguirci sui social: cosa aspetti ad entrare nella prima Community esperienziale per scoprire luoghi nascosti e conoscere nuove persone con le tue stesse passioni? Per informazioni puoi scrivere al seguente indirizzo: associazione@neapolisroma.it Fonte immagine:...

read more

Visita al Complesso Monumentale dei Ss. Quattro Coronati: uno scrigno del IV secolo d.C.

Posted by on 18:35 in All, Arte, Cultura, Evidenza, Focus, Roma Nascosta | 0 comments

Visita al Complesso Monumentale dei Ss. Quattro Coronati: uno scrigno del IV secolo d.C.

Appuntamento: Sabato 19 gennaio, ore 15:15 in via dei Santi Quattro Coronati 20 (ingresso Basilica). Si trova a 5 minuti a piedi da fermata San Giovanni (METRO A e C) Orario inizio: 15:35 (termine visita alle ore 17:15) Costo unico per associati 2019: 12€ (comprende biglietti di ingresso al Chiostro e all’Oratorio di San Silvestro) Costo unico per NON associati: 18€ (comprende biglietti di ingresso e iscrizione associazione neaPOLIS/Roma Nascosta fino al 31 dicembre 2019) Costo speciale per famiglie: gli UNDER 18  3€ (comprensivo di iscrizione associativa fino al 31 dicembre 2019 e biglietti di ingresso) PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: scrivendo una mail a info@romanascosta.net o mandando SMS o WhatsApp al numero 3801473193. Alcune anticipazioni… In uno dei punti più alti del Celio si erge il complesso dei Ss. Quattro Coronati. Esso è composto da varie strutture oggi visibili come i cortili , il Chiostro, l’ Oratorio di S. Silvestro e la Cappella di Santa Barbara.  Fondato nel IV secolo d.C. su una domus romana il complesso si è esteso nel corso dei secoli fino a divenire monastero benedettino e poi palazzo cardinalizio.  Dal 1562 vi abitò l’ Arciconfraternita di Santa Maria della visitazione degli orfani con lo scopo di assistere i bambini poveri ed orfani, essa era nata pochi anni prima adottando come regola di vita la Regola agostiniana. Dagli inizi del ‘900  si sono susseguiti una serie di restauri del complesso che hanno condotto ad importanti...

read more

La Casa dei Cavalieri di Rodi: visita esclusiva nella sede di un Ordine Millenario

Posted by on 19:12 in All, Arte, Cultura, Evidenza, Focus, Roma Nascosta | 0 comments

La Casa dei Cavalieri di Rodi: visita esclusiva nella sede di un Ordine Millenario

Appuntamento: sabato 8 dicembre, ore 15:00 in Piazza del Grillo 1 (Metro B fino a Colosseo poi 5 minuti a piedi) Orario inizio: 15:20 (termine visita alle ore 16:40) Costo unico per associati 2018: 18€ Costo unico per NON associati: 23€ (comprende iscrizione associazione neaPOLIS/Roma Nascosta fino al 31 dicembre 2019) N.B.: nella quota di partecipazione è compreso anche il biglietto di ingresso al sito. Data l’eccezionalità della visita, non sono previste agevolazioni di alcun genere. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: la visita è a numero chiuso. Si prega di prenotarsi scrivendo una mail a info@romanascosta.net o mandando SMS o WhatsApp al numero 3801473193 entro e non oltre il 6 dicembre 2018. Alcune anticipazioni… Là dove un tempo sorgeva imponente il muro che delimitava l’area politico-amministrativa del Foro di Augusto dal baccano della Suburra, oggi c’è un edificio ancora ben riconoscibile: la Casa dei Cavalieri di Rodi. Sorto come monastero nell’XI secolo per volontà di alcuni monaci basiliani, la struttura fu annessa alla proprietà dei Cavalieri dell’Ordine Ospitaliero di San Giovanni di Gerusalemme, per poi passare a metà Cinquecento, all’Istituto delle Neofite Domenicane. Dal 1946, la proprietà è stata restituita ai proprietari del Sovrano Ordine di Malta. E’ sulla scia di queste alterne vicende che andremo a ricostruire la storia di una plurisecolare stratificazione urbana, affacciandoci sulla Roma che fu e svelando l’enigmatica storia che avvolge da secoli i Cavalieri e le Dame dell’Ordine. Tuitio Fidei et Obsequium Pauperum… Giorgia...

read more

La Basilica Neopitagorica: visita esclusiva a un luogo carico di misteri…

Posted by on 11:13 in All, Arte, Cultura, Evidenza, Focus, Roma Nascosta | 0 comments

La Basilica Neopitagorica: visita esclusiva a un luogo carico di misteri…

Appuntamento: lunedì 19 novembre, ore 16:20 davanti la Tomba di Eurisace a Porta Maggiore (fermata mezzi pubblici in Piazza di Porta Maggiore, lato rivolto a Prenestina) Orario inizio: 16:35 (termine visita alle ore 17:45) Costo unico per associati 2018: 15€ Costo unico per NON associati: 20€ (comprende iscrizione associazione neaPOLIS/Roma Nascosta fino al 31 dicembre 2019) N.B.: data l’eccezionalità della visita, non sono previste agevolazioni di alcun genere PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: scrivendo una mail a info@romanascosta.net o mandando SMS o WhatsApp al numero 3801473193. Dato che la visita è a numero chiuso si richiede di prenotare entro e non oltre venerdì 16 novembre e di dare eventuale disdetta entro la stessa data.   Visita esclusiva alla Basilica Neopitagorica: alcune anticipazioni… Esoterismo, magia e una tragica fine. I misteri intorno alla Basilica Sotterranea di Porta Maggiore non hanno mai smesso di affascinare i visitatori di questo monumento unico in tutto il mondo e in tutta la storia occidentale. Era il 1917 quando un crollo sulla tratta ferroviaria Roma – Napoli rivelò la presenza di alcuni ambienti sotto il manto stradale: niente di più frequente nel sottosuolo romano, se non fosse che – al contrario di tutti i rinvenimenti scovati negli ultimi due secoli – l’edificio non è stato sepolto dalla stratificazione successiva, bensì è stato pensato, progettato e costruito direttamente a dodici metri di profondità. L’impresa è stata possibile grazie alle avanzate tecniche ingegneristiche della Roma Imperiale che escogitarono un pionieristico sistema di colatura della massa cementizia che andò a costituire la struttura...

read more

Una Chiesa da fiaba: visita guidata a Santa Passera e alla antica cripta

Posted by on 21:36 in All, Arte, Cultura, Evidenza, Focus, Roma Nascosta | 0 comments

Una Chiesa da fiaba: visita guidata a Santa Passera e alla antica cripta

Roma Nascosta vi porta a visitare in via esclusiva la Chiesa di Santa Passera, collocata un tempo lontana dalle mura cittadine e oggi invece inglobata nel tessuto urbano. Un gioiello di arte paleocristiana, a cui aggiungeremo la possibilità di scendere nella cripta e di ammirare antichi dipinti. Appuntamento: sabato 10 novembre ore 15:10 in Vicolo Santa Passera 1 (via della Magliana, poco dopo Piazza Meucci). CON I MEZZI PUBBLICI: linea 780 dall’EUR e da Stazione Trastevere. Orario inizio: 15:30 (termine visita alle ore 17:00) Costo unico per associati 2018: 12€ (comprensivo di biglietto di ingresso al sito) Costo unico per NON associati: 16€ (comprensivo di iscrizione associazione neaPOLIS/Roma Nascosta fino al 31 dicembre 2019 e di biglietto di ingresso al sito)  Costo speciale per famiglie: gli UNDER 18  3€ (comprensivo di iscrizione associativa fino al 31 dicembre 2019 e biglietto di ingresso) Invalidi: 10€ (comprensivi della quota associativa e  del biglietto di ingresso) PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: scrivendo una mail a info@romanascosta.net o mandando SMS o WhatsApp al numero 3801473193. Alcune anticipazioni… La chiesa di Santa Passera, situata tra la riva destra del Tevere e via della Magliana, è uno dei più significativi documenti rimasti di un’area fino a pochi decenni fa extraurbana, oggi densamente popolata. Edificata nel IX secolo su una preesistente struttura di età romana, si articola su vari livelli e comprende al suo interno una ricca documentazione pittorica. Esempio insieme di stratificazione e riuso di monumenti più antichi, la chiesa dedicata ai Santi Ciro e Giovanni (il nome “Passera”, che non esiste tra i santi, deriva probabilmente da successive storpiature di “abbàs Cyrus”, ovvero “Padre Ciro”), rimane, nello sconvolgimento urbanistico di questa periferia ovest di Roma, una delle più importanti testimonianze architettoniche del passato. Ammireremo anche la cripta sottostante, risalente al II secolo d.C. Un tempo custodiva i resti dei due Santi martirizzati, ad oggi sono ancora visibili resti di pittura dell’epoca a tema funerario e non...

read more